(O qualcuno sa sempre cosa è meglio per voi)

Davidus

Seguire

Oct 9, 2015 · 6 min leggere

può essere latino, ma è sempre con noi. Questa prima delle massime legali del signor Broom è la prova più chiara che hanno ancora qualcosa da dire.

Noto per essere tesi, con i suoi verbi.

L’espressione era di Cicerone e faceva parte del suo consiglio agli aspiranti statisti.

La traduzione usuale è qualcosa come “Lascia che il benessere del popolo sia la legge suprema” piuttosto che “Il benessere del popolo è la legge suprema”, la frase originale che termina con il futuro imperativo esto.

Se pensi che questa materia un tegame di coccio nello schema delle cose, io sono con voi, ma tenete a mente l’osservazione di Sir John Selden:

non C’è cosa al mondo più abusato di questa frase, salus populi suprema lex esto; per noi, si applica come se noi dobbiamo abbandonare la legge, quando si può essere più a vantaggio del popolo, se significa che non esiste. Per prima cosa, non è salus populi suprema lex est, ma esto.

Per scoprire perché Selden conta un coccio in questo contesto, continua a leggere.

Nero sul welfare? Banca su di esso.

Salus ha iniziato la vita come la dea della salute& benessere.

Nel corso di centinaia di anni è stata rilevata dallo stato come qualcosa che — solo sottotesto — era in grado di fornire.

Quando ricordiamo che Libertas ha iniziato la vita come la dea della libertà, dovremmo essere preoccupati???

Torna a Cicerone. O ancora più importante i pezzi di Cicerone i fondatori della filosofia politica moderna cherrypicked per il proprio lavoro.

Cherrypicking documenti originali è un talento importante. Nel celebrare gli 800 anni della Magna Carta ci è stata ricordata la differenza tra il documento che Re Giovanni sigillò a Runnymede e le libertà dichiarate in esso protette da Sir Edward Coke. Era il giurista giacobino elisabettiano& che fondò la presunzione di libertà alla base della legge anglo-americana.

I re non firmano, stupidi, sigillano. Ha fatto arrabbiare il Papa, ma.

Il Cherrypicking è anche un ottimo modo per garantire che le massime fondamentali ed ovvie — e non si ottiene molto più fondamentalmente ovvio di questo — ricevano significati diametralmente opposti da diversi pensatori.

Nell’angolo blu, presento Thomas Hobbes. Come afferma questa proposizione di base? Vai al Leviatano capitolo 30:

Se pensi che “la vita dell’uomo solitario, poore, sgradevole, brutale e breve”, si sta andando a nome tuo libro dopo un mostro marino e mettere un re in carica.

L’UFFICIO del Soveraign, (sia esso un monarca, o un’Assemblea,) consiste alla fine, per il quale era affidato al Potere Soveraign, vale a dire l’approvvigionamento della sicurezza del popolo; a cui egli è obbligato dalla Legge della natura, e di rendere conto di ciò a Dio, l’Autore di tale legge, e a nessuno, ma a lui. Ma per sicurezza qui, non si intende una conservazione nuda, ma anche tutti gli altri appagamenti della vita, che ogni uomo da lawfull Industria, senza pericolo, o male per il comune-ricchezza, deve acquisire a se stesso.

Sembra buono per i righelli, dunnit? Fate leggi e rispondete solo a Dio.

Nell’angolo rosso, presento John Locke. Per lui, la cosa è altrettanto chiara. Scopri il capitolo 13 del suo secondo trattato:

Salus populi suprema lex, è certamente una regola così giusta e fondamentale, che chi la segue sinceramente non può sbagliare pericolosamente. Se, dunque, l’esecutivo, che ha il potere di convocare il legislativo, osservando invece la vera proporzione, di moda, di rappresentanza, di regola, non da vecchia usanza, ma il vero motivo, il numero dei soci, in tutti i luoghi che hanno il diritto di essere distintamente rappresentate, che nessuna parte delle persone tuttavia incorporato può fingere, ma in proporzione all’assistenza che offre al pubblico, non può essere giudicato hanno istituito un nuovo quadro legislativo, ma di aver restaurato il vecchio e vero, e hanno rettificato i disturbi di cui la successione del tempo aveva insensibilmente, nonché inevitabilmente introdotto…

Deve essere il denaro ristampe.

Locke pensò anche abbastanza alla massima da farne l’epigrafe sul fronte dell’opera.

Ma aspetta. Locke-che sta scrivendo circa 40 anni dopo-non sta dicendo qualcosa di fondamentalmente diverso da Hobbes?

Non sta forse suggerendo che il governante — l’esecutivo — ha come dovere verso il popolo, un dovere che consiste nel permettere al popolo di essere convocato, di riunirsi, di “parlare” in in un parlamento.

Non sta davvero dicendo che il legislatore è dato da Dio, “vecchio e vero”, mentre il diritto divino dei re è semplicemente un disordine Johnny-come-lately che solo il tempo ha introdotto?

Entra John Adams, un avvocato con un senso dell’umorismo. Ha mostrato l’enigma in un linguaggio chiaro:

Il bene pubblico, la salus populi è il fine professato di ogni governo, il più dispotico, oltre che il più libero.

Ciò che Adams & altri hanno fatto quando stavano scrivendo le basi per lo stato degli Stati Uniti è stato essenzialmente quello di rielaborare non solo le parole, ma il contesto dell’originale di Cicerone.

La massima non è più un saggio consiglio a un potenziale sovrano, ma ora un’affermazione audace che il bene pubblico è determinato dal punto di vista di un pubblico che è il sovrano.

Le prime parole pronunciate da Carlo I al suo processo furono il maestoso Hobbesiano “Saprei con quale potere sono chiamato qua.”I puritani non furono in grado di sostenere la loro risposta, ma i loro successori attraverso l’Atlantico alla fine fornirono “Noi il popolo.”Così là.

Un giudice capo dell’Australia Sir John Latham ha osservato:

La maxim salus populi suprema lex è a volte solo una dichiarazione di un principio che dovrebbe guidare i legislatori nel determinare se faranno una legge particolare: Vedi, ad esempio, la discussione della massima nell’Enciclopedia delle leggi dell’Inghilterra, 2a ed. (1908), vol. ix., pag. 102, sotto il titolo “Massime giuridiche”. Presumibilmente tutte le leggi fatte dai parlamenti sono ritenute dai loro sostenitori giustificate da una preoccupazione per il benessere del popolo. La massima, così intesa, è una saggia osservazione politica – non un criterio giuridico di validità costituzionale. Dal punto di vista giuridico, la massima rappresenta davvero una dottrina di necessità politica che in tempo di crisi può giustificare un’azione straordinaria — come, ad esempio, sotto la prerogativa reale in tempo di imminente pericolo nazionale. Ma la prerogativa reale è di per sé parte della common law. L’idea che la salus populi possa abrogare ogni legge appartiene al mondo della guerra e della rivoluzione, non a quello della legge.

E questa sarebbe la Statua di???

L’ultima frase identifica fortemente perché è così importante nella retorica politica catturare la parola “guerra”. Combattere contro il terrore o l’ice o qualsiasi altra cosa è invitare a indagare sui mezzi con cui viene condotta la lotta; l’idea di una lotta giusta è presa da un comportamento civile.

Al mio orecchio — e a molti sondaggi di successo — il suono della “guerra” è un suono di giustificazione; il fair play è una regola in tempo di pace e siamo in guerra, ergo e salus populi e prima che tu te ne accorga sei in prigione per il bene comune. Ho menzionato Sir John Selden sopra; Selden ha anche detto che” Le persone sagge non dicono nulla in tempi pericolosi ” e purtroppo potrebbe avere ragione.

Un paio di pezzi di curiosità per evitare una fine mordente. In primo luogo, la massima è stato il motto della polizia del Sud Australia dal 1936 al settembre 2003, quando è stato sostituito da ” Creazione di una comunità più sicura.”In secondo luogo, è il motto per Missouri. Sospetto che Locke& Adams sarebbe stato felice di vedere la ritraduzione offerta dall’università statale, ma nel loro spirito devo lasciare il giudizio finale a te.

Le ultime parole di Adams erano “Jefferson vive ancora.”Fa nel Missouri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.