Sono come la maggior parte dei SEO che conosco. Sono entusiasta delle tattiche SEO avanzate, come il controllo del framework del sito e la ricerca dei dati tramite il valore dell’utente finale. Mi fa sentire intelligente. Inoltre, ottiene risultati!

Ma c’è una tecnica avanzata che molti SEO trascurano completamente.

Non sembra così avanzato. Potrebbe sembrare un po ‘ noioso. E, non sembra che ottiene risultati.

Si chiama collegamento interno.

La prima volta che ho capito il valore del collegamento interno è stato quando ero stato blogging per cinque anni. Vorrei fedelmente aprire il mio computer ogni giorno, scrivere un articolo e andare avanti.

Scrivi. Pubblicare. Ripetere.

Cinque anni!

Nel corso del tempo, avevo scritto centinaia di post! Mi è venuto in mente che se ho iniziato a collegare ai miei vecchi articoli all’interno di nuovi articoli, potrei dare ai miei lettori più valore — più roba da leggere, più informazioni da guadagnare.

Quindi, l’ho fatto. E ‘ iniziato semplice. Ogni volta che ho scritto un nuovo articolo, vorrei solo aggiungere un link ad un altro articolo che avevo scritto, creando un link interno.

Indovina un po’. Quando ho iniziato a farlo, il mio sito è esploso! Ho visto le mie metriche di coinvolgimento raggiungere il tetto (classifica organica dei motori di ricerca, bassa frequenza di rimbalzo, durata della sessione più elevata, più pagine per sessione). Il collegamento interno funzionava!!

E ‘ stato incredibile, così ho deciso di scavare e scoprire esattamente come migliorare SEO attraverso il collegamento interno.

Ecco una guida passo-passo che puoi utilizzare per aumentare il tuo SEO usando il collegamento interno.

Scopri come ho cresciuto il mio traffico a 195.013 visitatori al mese combinando questa strategia di collegamento interno con altre 4 tattiche SEO.

Che cos’è il collegamento interno?

Nel caso in cui sia necessaria una rapida panoramica del collegamento interno, eccolo qui.

Un link interno collega una pagina del tuo sito web a un’altra pagina del tuo sito web.

Abbastanza semplice, giusto?

Ogni sito web che ha più di una pagina è collegato in questo modo. È un semplice problema di progettazione e architettura del sito e i motori di ricerca se lo aspettano.

I siti web hanno un design generale e un’architettura che li mantiene strutturati in modo logico, come questo modello comune.

La maggior parte dei siti web ha una home page centrale e si dirama in più menu e sotto-pagine. Alcuni siti web sono più complicati.

Una tecnica SEO comune tra i siti Web precedenti era quella di organizzare i contenuti in silos, nel tentativo di migliorare la presenza di parole chiave per una particolare categoria di parole chiave.

Il modello organizzativo del silo era popolare fino a poco tempo fa. Molti SEO seguono ancora il modello silo, perché ha un senso logico.

Naturalmente, l’architettura e la strutturazione del sito possono diventare ancora più complesse.

Ma non è necessario.

In effetti, molte delle discussioni sull’architettura del sito e sul collegamento interno non sono utili. Diventano troppo complicati e spendono troppi sforzi su qualcosa che non raggiunge risultati reali.

Il collegamento interno può essere molto più semplice! Ti mostrerò come eseguire un semplice metodo di collegamento interno che ho creato.

In primo luogo, però, è utile sapere perché il collegamento interno aiuta.

Perché il collegamento interno è importante?

Il collegamento interno è una delle armi più preziose del SEO.

Perché? Perché funziona.

Algoritmo di apprendimento automatico di Google ha percorso una lunga strada fin dai primi giorni di SEO. È quasi impossibile giocare al sistema.

Per quanto avanzato sia l’algoritmo, ci sono ancora cose semplici che puoi fare che ti daranno una spinta immediata nelle metriche SEO senza giocare con i motori di ricerca.

Il collegamento interno è uno di questi. Non è un trucco o un espediente e non è certamente difficile da fare.

Ecco alcuni dei vantaggi.

Il collegamento interno migliora l’indicizzazione del tuo sito web

Il crawler di Google segue i percorsi di collegamento su Internet per trovare e indicizzare i siti web.

Se il tuo sito web ha un forte collegamento interno, il crawler di Google ha un tempo più facile trovare nuovi contenuti che pubblichi e ti colleghi.

Google esegue regolarmente la scansione del web per nuovi contenuti. Se il tuo contenuto è intrecciato con più collegamenti interni, la scansione avverrà molto più velocemente.

Di conseguenza, anche l’indicizzazione avverrà più velocemente. E, i vostri sforzi sono ricompensati da una migliore posizionamento nei motori di ricerca.

Il collegamento interno aumenta il potenziale di guadagno backlink delle pagine di contenuti profondi

Se dai un’occhiata a dove proviene la maggior parte dei backlink del tuo sito web, probabilmente vedrai che molti di loro sono nella tua home page.

Quando si confrontano i backlinks homepage a backlinks pagina profonda, questo è quello che vedrete spesso.

Sfortunatamente, troppi backlink della home page sono una brutta cosa per SEO.

Quel grafico a torta dovrebbe essere invertito. La maggior parte dei tuoi link esterni dovrebbe essere puntato a pagine interne profonde, non la tua home page.

Quando un sito web non pubblica e promuove attivamente nuovi contenuti, il suo profilo di collegamento si presenta così:

La maggior parte dei link sul sito web vanno a profili social o pagine standard come “About” o “contact.”

Questo fornisce molto poco valore SEO al sito!

Se crei una forte struttura di collegamento interna, tuttavia, sarai in grado di aumentare il potenziale di guadagno del succo di collegamento delle pagine interne, creando percorsi di clic chiari e indicizzazione in tutto il sito web.

Perché? Perché si sta aumentando la priorità complessiva crawl in tutto il sito da una migliore distribuzione dei link.

Il collegamento interno diffonde la forza del sito alle pagine interne

Probabilmente hai sentito parlare di link juice, giusto?

È un concetto obsoleto, ma va così.

Quando il tuo sito web riceve un link alla home page, parte del valore di quel link viene trasmesso alle pagine interne.

Sfortunatamente, il concetto è troppo semplicistico per essere vero. Non funziona in questo modo:

L’algoritmo utilizza un sistema molto più complesso di determinazione del valore rispetto al semplice “link juice” e al modo in cui scorre attraverso un sito.

È vero, tuttavia, che più la struttura di un sito Web è strettamente legata (attraverso il collegamento interno), migliore sarà il rendimento complessivo del sito nelle SERP.

Il collegamento interno con il testo di ancoraggio aggiunge valore al contenuto di un segnale elettronico

Un collegamento interno è una semplice stringa HTML che collega una pagina web a un’altra. Assomiglia a questo:

<A HREF = “http://www.example.com/internalpage”> un articolo sul cibo per gatti <>

Quando si crea un collegamento interno con il testo di ancoraggio anziché con un’immagine o un testo di navigazione, tuttavia, il valore di collegamento interno va verso l’alto.

Il testo di ancoraggio migliora il valore del collegamento aggiungendo parole chiave e contenuti al processo di collegamento.

Google non sta solo guardando un tag HREF. Stanno anche guardando il testo di ancoraggio che fa parte di quel collegamento.

I giorni di keyword stuffing testi di ancoraggio sono ormai lontani. Ma, c’è valore nell’avere quel testo di ancoraggio. Il testo di ancoraggio che scorre bene con il contenuto complessivo, rispetto al testo di ancoraggio eccessivamente ottimizzato, è il migliore.

Il collegamento interno fornisce valore all’utente

Questo è il punto più importante di tutti. Il collegamento interno è una tecnica SEO, sì. Ma, è più di questo.

In definitiva, il collegamento interno è per il valore dell’utente!

Non ti conosco, ma quando sto ricercando un argomento, mi piace esplorare altri contenuti che rafforzano l’argomento.

Se mi piace leggere i contenuti dello scrittore o del sito web, allora riceverò valore dal vedere altri articoli che l’autore ha scritto.

Prendendo un po ‘ di tempo per aggiungere il collegamento interno al tuo sito aumenta il valore di ogni pezzo di contenuto per il lettore, perché possono facilmente trovare risorse aggiuntive che hai creato altrove sul tuo sito.

Ecco perché ho creato un link interno nella seconda riga di questo articolo.

Il collegamento interno può rientrare in un arsenale di marketing complessivo. Anche se non può guidare direttamente le conversioni, ha un posto all’interno della canalizzazione di marketing — portando le persone a una destinazione di destinazione.

E, come bonus aggiuntivo, puoi aiutare i lettori a rimanere sul tuo sito più a lungo e aumentare la loro fiducia in te utilizzando il collegamento interno.

SEO riguarda l’ottimizzazione degli utenti, non solo tweaks tecnici e trucchi subdoli.

Se non si acquista tutto il valore tecnico del collegamento interno, bene. Ma almeno fallo per i tuoi utenti.

Tecniche

Ora, è il momento di entrare nel nocciolo. Come si fa a fare il collegamento interno? Qual è il metodo migliore per creare il valore più grande con i link?

Per prima cosa, dovresti assicurarti che due cose siano a posto:

  1. Hai già scritto contenuti sul sito. Anche se hai un singolo articolo, va bene. Questo è il tuo punto di partenza.
  2. Stai scrivendo continuamente nuovi contenuti per il sito. Entrare in un programma di pubblicazione regolare è importante, in modo che il collegamento interno di lavorare in modo efficace.

Ok, entriamo in esso.

Collega da pagine con contenuto pesante ad altre pagine con contenuto pesante

I migliori collegamenti interni sono quelli che collegano un articolo a un altro. Questo crea una forte struttura di collegamento interno, in profondità all’interno del sito.

Se la navigazione del tuo sito web è decente, avrai abbastanza struttura di collegamento alle pagine principali del sito, come la home page, la pagina Informazioni, la pagina contatti, ecc.

Non è necessario collegarsi a queste pagine!

Ovviamente, se stai cercando di guidare le conversioni utilizzando una pagina di compressione o una pagina di vendita e l’opportunità è giusta, collegalo ad essa.

Ma, per la maggior parte, consiglio di creare collegamenti in e tra articoli di forma lunga. Questo diffonde automaticamente il tuo collegamento interno in modo naturale.

Crea collegamenti di testo usando anchor text

Che tipo di collegamenti funzionano meglio?

È semplice: collegamenti con testo di ancoraggio descrittivo.

Cosa intendo per testo di ancoraggio descrittivo?

Hai familiarità con il testo di ancoraggio, giusto? Un testo di ancoraggio è la parola o le parole che sono collegate a un’altra pagina e in genere appaiono come testo blu al lettore.

Questo è il testo di ancoraggio.

I tuoi collegamenti interni dovrebbero usare il testo di ancoraggio, ma non solo qualsiasi testo di ancoraggio lo farà. Ti consiglio di collegare dove stai usando frasi che descrivono di cosa tratta il link di destinazione.

Lascia che ti dia alcuni esempi:

Se volessi collegarmi a un articolo sulle tecniche SEO di black hat, lo farei in questo modo:

  • Non c’è mai alcun valore nell’usare le tecniche SEO di black hat oggi.

Se volessi collegarmi a un articolo su Google Hummingbird, lo farei in questo modo:

  • L’algoritmo di Google è stato aggiornato con nuove funzionalità di apprendimento automatico.

Quello che sto facendo in ciascuno di questi esempi è associare l’oggetto del collegamento a frasi pertinenti.

  • Il primo testo di ancoraggio contiene “black hat SEO techniques”, che è l’oggetto dell’articolo a cui sto collegando.
  • Il secondo testo di ancoraggio ha la frase “L’algoritmo di Google è stato aggiornato” e l’articolo a cui collego contiene informazioni su Google, Hummingbird, algoritmi e aggiornamenti.

Ecco cosa non fare con il tuo collegamento interno:

  • Non cercare di creare una corrispondenza esatta tra il testo di ancoraggio e la destinazione del collegamento. Questa tecnica, nota come “exact match anchor text” è stata associata in passato a penalità SEO tramite l’aggiornamento Penguin. I motori di ricerca sono sensibili all’uso regolare del testo di ancoraggio della corrispondenza esatta, perché non accadrebbe frequentemente nei contenuti regolari. Sembra innaturale, perché lo è.
  • Non usare frasi come “clicca qui.”Questo non aggiunge valore. Il testo di ancoraggio deve riguardare, in qualche modo, l’articolo di destinazione.
  • Non collegare più di una frase. Un intero paragrafo con collegamento ipertestuale è goffo e sgradevole. Si fa per una scarsa esperienza utente. Basta attenersi a poche parole o una frase quando si utilizza il testo di ancoraggio per puntare a un collegamento interno.

Ogni volta che scrivi un articolo, link a quattro o più vecchi articoli

Quando scrivi un nuovo contenuto, dovresti includere cinque o più link a vecchi articoli. Questo è molto importante per la vostra strategia di collegamento interno e come i motori di ricerca rivedere e classificare il contenuto.

Perché?

I siti Web hanno un “valore di freschezza” che Google rileva e utilizza come parte del suo algoritmo di classificazione.

Secondo Cyrus Shepard,

i collegamenti da nuovi siti passano nuovo valore.

Il ping del vecchio sito con un nuovo link aiuta ad aumentare la sua probabilità di aumentare il rango nelle SERP. Agli occhi dei motori di ricerca, i lettori che seguono i link interni sono in realtà “rinfrescante” il contenuto più vecchio, mostrando che è ancora rilevante.

Aggiorna i vecchi articoli con nuovi collegamenti interni

Otterrai la massima potenza dal collegamento interno se lo combini con un’altra tecnica SEO — aggiornando i vecchi contenuti.

Quando aggiorni i vecchi contenuti, il crawler di Google lo vede di nuovo, lo indicizza di nuovo e molto probabilmente aumenta il suo posizionamento nelle SERP.

Vi consiglio di aggiornare i vostri vecchi articoli su base regolare. Ecco un buon processo da seguire sui tuoi vecchi articoli del blog:

  • Aggiungi un nuovo paragrafo di contenuti all’inizio, spiegando i tuoi aggiornamenti.
  • Aggiungi diversi nuovi paragrafi in tutto, aggiungendo informazioni aggiuntive o aggiornate.
  • E, questo è importante: Aggiungere diversi nuovi collegamenti interni al contenuto che hai recentemente creato. Il collegamento non riguarda solo il collegamento di nuovi contenuti a contenuti più vecchi. Si tratta anche di tornare ai contenuti più vecchi e creare collegamenti interni che si connettono al tuo lavoro più recente.

Stai realizzando due cose facendo questo.

  1. In primo luogo, si sta aggiornando il vecchio contenuto, che migliora il suo valore di classifica.
  2. In secondo luogo, stai creando un collegamento interno tra una vecchia pagina stabilita sul sito e una nuova pagina non così stabilita.

Aggiungi collegamenti in luoghi in cui è logico e a valore aggiunto.

Dove dovresti mettere questi collegamenti interni?

È allettante diventare pigri e buttarli alla fine di un articolo: “Per ulteriori contenuti fantastici clicca qui!”

Non farlo, per favore.

Invece, cerca le aree nel contenuto in cui l’oggetto si sovrappone. Questi sono punti logici di connessione per creare un collegamento interno.

Ricorda, i collegamenti interni che forniscono valore ai lettori sono l’obiettivo.

Assicurati che i collegamenti siano i seguenti link

Questo punto è semplice. Non aggiungere un tag nofollow al link. Non è necessario e probabilmente non passerà tanto valore al target di collegamento.

Alcune prove mostrano che i collegamenti non seguiti sono meno preziosi per un profilo di collegamento. Non ti faranno del male, ovviamente, quindi non dovresti preoccuparti troppo di loro.

Quando viene data una scelta, tuttavia, lasciare fuori il tag nofollow.

Link a pagine ad alta conversione

Hai pagine sul tuo sito web che convertono i visitatori più di altre pagine?

Se è così, link a queste pagine.

Ho scritto articoli sul mio blog che hanno tassi di conversione super alti. Per qualche ragione, il contenuto è avvincente e i CTA sono così potenti che gli utenti convertono in massa.

Faresti meglio a credere che sto collegando internamente a queste pagine!

Questo è dove il collegamento interno ha più di un semplice valore SEO. Può avere anche un valore di entrate! Più visitatori puoi guidare verso una pagina ad alta conversione, più conversioni avrai!

Conclusione

Questo è tutto. Il collegamento interno è semplice.

SEO può complicarsi, credimi. Ci sono alcune tecniche di immersione profonda che richiedono folle quantità di lavoro, ricerca e sforzo per tirare fuori.

Ma altri aspetti del SEO, come il collegamento interno, sono facili ed efficaci.

Fai questo come un esperimento. Seguire le linee guida di cui sopra per almeno una settimana e vedere se la vostra classifica migliorare.

Scommetto che semplicemente aggiungendo link interni, utilizzando il relativo testo di ancoraggio, migliorerà il posizionamento nei motori di ricerca.

Parlami della tua esperienza e se hai visto un aumento o una diminuzione del SEO del tuo sito.

Aumenta il tuo traffico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.