Con l’epidemia di oppioidi in America che raggiunge livelli senza precedenti, le persone alla disperata ricerca di antidolorifici da prescrizione hanno fatto ricorso a una serie di metodi per proteggere i farmaci oltre i parametri di trattamento. Mentre tutti questi metodi comportano questioni discutibili della propria, un approccio particolare ha implicazioni di vasta portata. La pratica del doctor shopping, e il suo costo per la società, è un esempio di come la crisi degli oppioidi e la sovrapprescrizione dei farmaci creino problemi in tutto lo spettro della salute pubblica.

Il fenomeno del Doctor Shopping


Le innovazioni nelle neuroscienze cliniche descrivono il doctor shopping come “un fenomeno di molti temi.”Nella sua forma più semplice, doctor shopping è il processo di una persona che vede molti fornitori di trattamenti. Questa non è una pratica illegittima in sé e per sé (anche se potrebbe ancora essere sconsigliabile); dove l’argomento diventa controverso è quando un paziente vede più medici per ottenere illegalmente farmaci da prescrizione, specialmente quando questi farmaci sono classificati come sostanze controllate a causa del loro potenziale di dipendenza.1 A causa della prevalenza di questa forma di doctor shopping, delle questioni legali che circondano la pratica e delle implicazioni sulla sanità e sulla salute pubblica, questa è diventata la definizione primaria di doctor shopping.

Nel tentativo di mettere un numero alla portata del problema, i ricercatori che scrivono nel JAMA journal hanno concluso che procurarsi farmaci da prescrizione da cinque o più medici in un solo anno era il criterio per lo shopping medico. Il West Virginia Medical Journal ha chiarito che doctor shopping non è solo visitare più medici in un periodo di tempo significativamente breve; i pazienti devono avere “l’esplicito intento di ingannare per ottenere sostanze controllate.”2, 3

Cosa c’è dietro Doctor Shopping?

Ci sono una serie di motivi per cui i pazienti potrebbero impegnarsi nello shopping medico, alcuni legati a condizioni di salute mentale (come abuso di sostanze o dipendenza), mentre altri possono essere dovuti alla persistenza dei sintomi o all’insoddisfazione del primo medico (e / o parere medico).

Ma sembra esserci un aumento del tasso di shopping medico tra i clienti che hanno tassi più elevati di malattie mentali.4 Mentre la natura di queste disfunzioni psicologiche è varia, la maggior parte degli episodi di doctor shopping è legata all’abuso e all’abuso di sostanze. Una ricerca pubblicata sulla rivista Mayo Clinic Proceedings ha osservato che ” il doctor shopping è un metodo tradizionale per acquisire droghe illecitamente.”5 Non solo è doctor shopping” tradizionale, ” è anche facile. L ” Australian Family Physician journal ha riferito che un certo numero di pazienti che stavano ricevendo il trattamento in un programma di riabilitazione ha detto agli scienziati che ottenere benzodiazepine da più medici era “fin troppo facile.”6

Più pazienti si dedicano allo shopping medico per farmaci che creano dipendenza rispetto ai farmaci non addittivi.7 Scomponendo i tipi di farmaci spesso acquistati in questo modo, il Drug and Alcohol Dependence journal ha scoperto che gli oppioidi erano i farmaci più comunemente acquisiti (12,8%), con le benzodiazepine (4,2%), gli stimolanti (1,4%) e i farmaci per la perdita di peso (0,9%).8

Quanto è comune doctor shopping?

La ricerca condotta e pubblicata su PLOS ONE ha stimato che uno su 143 pazienti che hanno ricevuto una prescrizione per un antidolorifico nel 2008 sembrava essere un doctor shopper. Anche se questa popolazione rappresentava solo 0.7 per cento di tutti i pazienti con una prescrizione di antidolorifici, hanno acquistato circa il 4 per cento di tutti gli oppioidi. Gli acquirenti medico sono in genere tra i 20 ei 40 anni, vedendo 10 medici all’anno, ricevendo ben 32 diverse prescrizioni e pagando in contanti quando possibile per evitare una traccia cartacea dei loro acquisti.9

Infrangere la legge federale e statale

Proteggere segretamente farmaci che creano dipendenza e controllati da più professionisti è un problema che il sistema legale prende molto sul serio. Un blog di FindLaw sottolinea che ogni stato ha una qualche forma di legislazione basata sulle frodi sul tema della prescrizione di farmaci basata sull’Uniform State Narcotic Drug Act. In linea di massima, l’atto (e gli statuti di frode derivati da esso) proibiscono l’acquisizione, o il tentativo di acquisizione, di un narcotico (o la sua somministrazione) “mediante frode, inganno, falsa dichiarazione o sotterfugio o l’occultamento di un fatto materiale.”

Pertanto, i clienti che mentono ai medici sulle loro condizioni, o nascondono deliberatamente che un altro medico ha già prescritto farmaci, stanno infrangendo sia la legge statale che quella federale.10

Per controllare il problema, gli stati 20 hanno approvato leggi di doctor shopping che vietano specificamente ai pazienti di mantenere intenzionalmente informazioni critiche dai loro medici in merito alla prescrizione di sostanze controllate che hanno ricevuto da altri operatori sanitari.11

Database di farmaci da prescrizione

Tali leggi prevedono restrizioni e punizioni sui pazienti, ma i medici stessi possono finire nei guai per essere acquistati. Gli operatori sanitari che si impegnano consapevolmente nella diversione di droga (un termine medico e legale che si riferisce alla pratica di “dirottare” droghe legali, ma controllate, e usarle illegalmente) possono essere ritenuti penalmente responsabili. In Kentucky, per esempio, un dentista è stato arrestato con l “accusa di droga crimine per far parte di un programma di doctor shopping, in cui egli” cospirato per ottenere sostanze controllate da frode, comunemente indicato come doctor shopping.”12

Per garantire la dovuta diligenza e responsabilità quando si tratta di prescrizione di sostanze controllate, più di 20 stati hanno creato database online che compilano storie di prescrizione per i pazienti, e i medici sono tenuti a controllare i database per monitorare quali farmaci i loro pazienti hanno ricevuto, così come se altri medici hanno notato segni di abuso Ciò consente anche ai medici di vedere se la storia di prescrizione di un altro medico (o di un operatore sanitario autorizzato a prescrivere sostanze controllate) suggerisce la complicità in uno schema di acquisto medico.

I farmaci monitorati includono farmaci popolari e infami come OxyContin, Percocet e Vicodin. In California, i medici che prescrivono tali sostanze (così come altri farmaci gravi) sono tenuti a rivedere il database ogni quattro mesi per evitare di essere acquistati dai loro pazienti. In passato, il controllo del database era facoltativo; ora, chiunque sia in grado di scrivere una prescrizione (dentisti e infermieri, ad esempio) deve monitorare il database per i segni di abuso, uno dei quali può essere la pratica del doctor shopping.13

FindLaw ha avvertito che un database per ridurre lo shopping medico (così come le leggi contro la pratica) è un piccolo passo nell’enorme lotta contro l’epidemia di oppioidi, ma c’è motivo di essere ottimisti: gli statuti antifrode riguardanti l’approvvigionamento illegale di farmaci da prescrizione possono rendere l’accesso a tali farmaci molto più difficile di

Il caso di studio Kentucky


Kentucky è stato il primo stato a spingere i suoi medici a rispettare tenendo d’occhio la storia di prescrizione. Ciò che un tale programma ha fatto per lo stato Bluegrass nel ridurre lo shopping medico e l’inevitabile costo sociale, viene ora considerato un modello per il resto del paese. Il Pew Charitable Trusts scrive che il terreno è stato rotto in 2012, con la formazione del primo programma di monitoraggio dei farmaci da prescrizione applicabile, che ha permesso (e costretto) i medici a cercare la storia di un paziente prima di scrivere un ordine per oppioidi, sedativi o qualsiasi altro farmaco che potrebbe ragionevolmente essere previsto per innescare una dipendenza.14

Tuttavia, il problema dello shopping medico non è limitato al Kentucky o a qualsiasi altro stato individuale. La farmacoepidemiologia e la sicurezza dei farmaci hanno osservato che quasi il 33% delle persone che si dedicano allo shopping medico ha attraversato i confini dello stato per ottenere prescrizioni fraudolente. Questa pratica di doctor shopping è concentrata nel nord-est degli Stati Uniti, in particolare nel New England. Il gruppo di piccoli stati consente alle persone di attraversare più giurisdizioni e contee in un solo giorno, accumulando potenzialmente centinaia di pillole prima che il sole tramonti e rendendo più difficile per i medici e le forze dell’ordine tenere il passo con loro. Mentre un certo numero di stati hanno il proprio programma di monitoraggio dei farmaci da prescrizione, l’infrastruttura tecnologica per monitorare le prescrizioni in tutti gli stati è ancora agli inizi.15

Supporto e preoccupazione per un database di farmaci da prescrizione

Parlando al Washington Post, uno degli autori dello studio Pharmacoepidemiology and Drug Safety ha sottolineato che un’altra limitazione dei sistemi di monitoraggio specifici dello stato è che uno stato potrebbe avere una configurazione molto diversa da quella di uno stato vicino; in effetti, “non sono interoperabili.”Questa restrizione solleva un’altra domanda: questioni legali su quali informazioni mediche medici e stati possono condividere sui loro pazienti e residenti, anche se c’è un caso (sospetto) di dipendenza da sostanze o un’attività potenzialmente illegale come lo shopping medico.16

Sotto pressione per fare qualcosa sulla scia di decine di migliaia di persone in overdose e morire di oppioidi (molti di loro prescritti), diversi stati hanno promesso di comunicare sui modi per combattere. In 2014, New Jersey, Delaware e New York hanno accettato di condividere informazioni su come i loro medici hanno prescritto farmaci controllati. Governatori in tutto il New England, dove la regione ha visto alcuni dei più alti tassi di abuso di prescrizione nel paese, hanno accettato di mettere in comune i loro dati.

I medici stessi stanno prestando le loro voci alla conversazione. L’American College of Physicians ha presentato un documento di posizione politica per gli Annals of Internal Medicine journal in cui hanno chiesto un programma di monitoraggio a livello nazionale.17

Allo stesso modo, l’American Medical Association ha anche gettato il suo sostegno dietro i medici che utilizzano database per individuare i segni di comportamento potenzialmente coinvolgente tra i loro pazienti.18 Tuttavia, non tutti nella comunità medica sono uniti; ci sono timori che richiedere controlli obbligatori del database potrebbe interferire con alcuni degli elementi essenziali della pratica della medicina, come la privacy del paziente (specialmente se i medici comunicano con altri professionisti medici attraverso le linee di stato/contea e se i medici sono tenuti a segnalare casi di sospetto medico shopping alle forze dell’ordine). Alcuni sostenitori notano che lo shopping medico non è necessariamente un segno di dipendenza, ma può essere un’espressione di frustrazione e/o disperazione con un fornitore di cure primarie. Un avvocato con sede a Dallas ha osservato che un paziente soggetto a monitoraggio della prescrizione potrebbe rivendicare una violazione dei diritti del Quarto emendamento (come una forma di “ricerca irragionevole”). Inoltre, se viene fatta una relazione alle forze dell’ordine, ci sono preoccupazioni su come la polizia o le autorità federali utilizzeranno tali informazioni. Ad esempio, ci sono domande su quali passaggi sono autorizzati, ad esempio se la casa del paziente può essere legalmente sottoposta a un raid di droga.19

Infatti, nel Missouri (l’unico stato a non aver mai implementato alcuna forma di sistema per monitorare i farmaci da prescrizione), un medico che serve come senatore dello stato ha guidato un gruppo di legislatori nel bloccare la creazione di un tale programma nello stato, sostenendo che il governo è autorizzato a mantenere e accedere a un record di prescrizioni violerebbe i diritti alla privacy dei pazienti del Missouri.20 Ma nella contea di St. Louis, dove il undersheriff ha detto che il problema dell’overdose da oppioidi era diventato” una crisi regionale di salute pubblica”, i funzionari non sono disposti ad aspettare. A gennaio 2017, le due più grandi contee del Missouri (St. Louis e Jackson, dove più di 26.000 persone in una popolazione di 647.158 stanno lottando con dipendenze da oppioidi) hanno accettato di unire le loro risorse e collaborare insieme nel mantenimento di un database di monitoraggio dei farmaci da prescrizione.21

Ridurre le overdose, aumentare il trattamento

La cooperazione tra St. Le contee di Louis e Jackson, di fronte al numero schiacciante di overdose e morti legate agli oppioidi, parlano di come sempre più governi locali siano disposti a seguire il monitoraggio della droga online. Ventinove stati hanno programmi di monitoraggio dei farmaci da prescrizione, riporta l’Alleanza nazionale per le leggi sulle droghe dello Stato modello, ma le condizioni per i medici che seguono una storia di prescrizione sono diverse da stato a stato. Senza uniformità di criteri, alcuni acquirenti medico può ancora scivolare attraverso le lacune se capiscono i limiti del sistema abbastanza bene.22
Per molti esperti, questa è la strada da percorrere per ridurre il doctor shopping e i pedaggi che assume la società. I risultati iniziali hanno confermato la loro fiducia; negli stati che richiedono ai medici di controllare i database per le storie di prescrizione e segni di abuso, Il Pew Charitable Trusts osserva che il tasso complessivo di prescrizione di oppioidi è drasticamente diminuito, così come i decessi per overdose e i ricoveri relativi all’abuso di droghe. Un’analisi condotta dal College of Pharmacy dell’Università del Kentucky ha scoperto nel primo anno l’uso imposto dallo stato del programma di monitoraggio delle prescrizioni, le prescrizioni di Vicodin sono diminuite del 13 per cento, seguite da Percocet al 12 per cento e Ultram del 12 per cento. L’effetto più grande è stato visto nel calo delle prescrizioni di Opana, che si è ridotto del 36%. Opana è di particolare nota per lo stato del Kentucky; Il BG Daily News di Bowling Green osserva che “diversi decessi per overdose in tutto lo stato” sono stati ricondotti all’abuso di Opana (o al suo ossimorfone generico).23, 24

Quando i medici scoprono che i loro pazienti stanno facendo shopping, indirizzano i loro pazienti al trattamento, e gli stati in questione hanno quindi registrato un aumento del numero di persone che controllano anche i programmi di trattamento delle dipendenze. A marzo 2016, un’organizzazione nazionale di advocacy che promuove la prevenzione e il trattamento della tossicodipendenza ha riferito che gli stati che richiedono ai medici di esaminare le storie di prescrizione dei pazienti hanno riscontrato un calo dei ricoveri per overdose (26 per cento) e delle morti da oppioidi da prescrizione (25 per cento).25

Preoccupato per i costi di trattamento? Chiama ora per una consulenza GRATUITA di assicurazione e pagamento.
Call Now (702) 848-6223

Using Discretion

Mentre i medici sono ottimisti sul fatto che i programmi di monitoraggio delle prescrizioni possono ridurre lo shopping medico, l’implementazione di tali sistemi richiede tempo, specialmente quando la maggior parte degli stati non richiede ancora ai propri medici di utilizzare effettivamente il programma. Di recente nel 2012, solo il 35 per cento dei medici in un dato stato sono stati firmati per accedere al loro database locale. Le difficoltà tecniche, la “natura dispendiosa in termini di tempo del recupero delle informazioni” e la mancanza di comprensione di come vengono presentati i dati hanno portato la maggior parte dei medici di assistenza primaria a lottare per accedere e utilizzare le informazioni nei loro sistemi di monitoraggio, secondo Health Affairs.26

Un altro ostacolo all’implementazione è che anche quando i medici sono richiesti e in grado di guardare i loro database, sono diretti a usare la loro discrezione se sospettano che un paziente sia dipendente, dottore shopping o altrimenti abusare della loro prescrizione di farmaci. Ma Van Ingram, direttore della politica di controllo della droga del Kentucky, sottolinea che identificare i segni della dipendenza non è sempre semplice; i medici, premuti per il tempo e temendo cause legali di fine carriera, potrebbero voler sbagliare dalla parte della cautela e non accusare i pazienti di tali pratiche. I pazienti, nel frattempo, possono essere medico shopping per motivi non legati alla tossicodipendenza; per esempio, essi possono semplicemente essere alla ricerca di un secondo parere dopo una diagnosi angosciante.

Tuttavia, anche i pazienti che sono dipendenti dai loro oppioidi e impegnati nello shopping medico potrebbero mettere in scena uno spettacolo così convincente che i loro medici non vedono la necessità di ricontrollare. Le persone con dipendenze sono più che capaci di nascondere la verità e ingannare i loro coniugi e datori di lavoro; Van Ingram avverte che queste persone “possono sicuramente nascondere la malattia dal loro medico in una visita di 15 minuti.”

Il giro di vite su”Il Cocktail ”

Come con l’attuazione di qualsiasi nuovo programma, c’era resistenza iniziale al programma di monitoraggio prescrizione del Kentucky. Tuttavia, dice Ingram, i medici sono stati sorpresi di vedere i segni di una dipendenza da pazienti che hanno conosciuto per 20 anni. Dice che l’utilizzo del database dovrebbe essere una scelta ovvia per gli operatori sanitari; uno strumento che “richiede 15 secondi per l’uso e può diagnosticare una malattia”, dovrebbe essere un “gioco da ragazzi.”

Ingram chiamare il programma un “gioco da ragazzi” è un passo avanti rispetto al termine che è stato usato per descrivere lo status quo dei pazienti che avrebbero spesso medico negozio per ottenere il loro mix desiderato di antidolorifici oppioidi: “il cocktail”, composto da Xanax e Soma. Il direttore del programma di monitoraggio dei farmaci da prescrizione del Kentucky, David Hopkins, spiega che la combinazione dei due farmaci produce un alto che è simile a quello causato dall’eroina e, se gli utenti ne sono consapevoli o meno, altrettanto letale. Tuttavia, dal momento che il passaggio della legge statale che ha richiesto ai medici di controllare il database, il numero di persone che hanno ricevuto “il cocktail” è sceso del 30 per cento. Nel complesso, il numero di persone che tentano di impegnarsi nello shopping medico generale è diminuito del 52%.

“Abbiamo represso quel grande tempo”, ha detto Hopkins.

Fare eccezioni

Un modo in cui ciò accade è quando il database avvisa i medici quando un singolo paziente riceve farmaci da più fonti in cui il contenuto chimico dei farmaci è uguale o superiore a 100 milligrammi di morfina al giorno. Per aiutare i medici, è stata aggiunta una calcolatrice al sistema, in modo che i medici potessero fare la matematica facilmente e più rapidamente.

Hopkins ha detto al Pew Charitable Trusts che quando i medici hanno sollevato preoccupazioni sull’implementazione del database, lo stato ha risposto ascoltandoli e aggiungendo alcune “eccezioni di buon senso” laddove possibile. Ad esempio, i medici (o qualsiasi operatore sanitario autorizzato a prescrivere farmaci) non devono consultare il database in caso di emergenza o prescrivere farmaci a pazienti che si trovano in cure ospedaliere, cure a lungo termine o che ricevono cure per il cancro. Nel caso in cui a un paziente sia stato prescritto un antidolorifico da un collega all’interno della stessa pratica e il paziente abbia bisogno di una ricarica o di un altro antidolorifico, il medico può saltare il controllo del database.

Nel caso in cui un medico sospetti un’irregolarità con la storia di prescrizione di un paziente, il medico può consultare il database per scoprire se altri medici nello stato stanno affrontando le esigenze mediche (in quanto si riferiscono al dolore) di pazienti simili e i medici possono consultare la storia di un singolo paziente per determinare la probabilità di essere Tale consultazione era vietata ai sensi delle precedenti leggi sulla privacy del Kentucky.

Salvare vite umane

Affinché i medici possano comunicare meglio attraverso i confini di stato, il Kentucky ha unito le forze con altri stati nell’utilizzare accordi reciproci sul tema della condivisione delle informazioni sulla distribuzione dei farmaci tra diverse giurisdizioni, consentendo a farmacisti, medici e forze dell’ordine di essere sulla stessa pagina (laddove necessario). Kentucky, per esempio, è in accordo con 20 stati; Il programma di monitoraggio dei farmaci da prescrizione del New Jersey è stato collegato a quelli del Connecticut, Delaware, South Carolina, Virginia e Rhode Island.27
La pratica standard quando un medico scopre che un paziente è impegnato in doctor shopping è per il medico di licenziare il paziente e rifiutare il trattamento.

Tuttavia, la Kentucky Physicians Health Foundation incoraggia i medici ad essere più compassionevoli. Il capo della fondazione sostiene che mentre i prescrittori sono perfettamente nel loro diritto di trattenere i farmaci, ci sono altre opzioni, come il riferimento ai pazienti diversivi al trattamento. La cosa importante, dice la fondazione, è che i medici salvino vite, in un modo o nell’altro.

Gold Standard del Kentucky

A tal fine, ciò che il Kentucky ha fatto per reprimere lo shopping medico e il costo risultante “soddisfa il gold standard per i programmi di monitoraggio dei farmaci da prescrizione”, secondo la Substance Abuse and Mental Health Services Administration (SAMHSA). Prima dell’implementazione del sistema di segnalazione elettronica dello stato, si è classificato 31st nel paese per il più alto uso non medico di antidolorifici da prescrizione; in seguito, è sceso al secondo posto, “un calo che i funzionari attribuiscono in gran parte al suo programma di monitoraggio.”

SAMHSA ha osservato che i medici del Kentucky sono d’accordo sul fatto che il database è stato determinante per aiutarli a prendere decisioni migliori sulla prescrizione per i loro pazienti. Un sondaggio 2010 dei medici ha mostrato che il 70% degli intervistati era fiducioso che il sistema di monitoraggio li aiutasse a decidere quale farmaco prescrivere a un paziente. Ben il 90 per cento dei medici che hanno risposto al sondaggio ha ritenuto di aver “rifiutato di prescrivere o dispensare una sostanza controllata” a causa di ciò che un rapporto del database ha detto loro.28

Anche al di là del Kentucky, i dati forniti dai programmi di monitoraggio dei farmaci da prescrizione sono di “enorme valore” per funzionari e legislatori il cui compito è determinare le risorse per la prevenzione e il trattamento, ha detto SAMHSA. I dati federali del passato avrebbero potuto essere obsoleti di ben sei anni dal momento in cui le informazioni sono state elaborate. I database dei farmaci di oggi possono fornire informazioni in tempo reale, consentendo ai politici di rimanere al passo con le tendenze attuali e, idealmente, con lo shopping medico e altre pratiche diversive.

Inoltre, il programma del Kentucky ha permesso ai funzionari sanitari e politici locali di monitorare meglio la portata dell’epidemia di oppioidi dello stato e ottimizzare i loro sforzi di prevenzione per raggiungere le persone nelle regioni più colpite. Il direttore della filiale del programma di prevenzione dell’abuso di sostanze con il Dipartimento della Salute dello stato ha sottolineato che prima che il sistema di monitoraggio dei farmaci andasse online, non c’era una comprensione più profonda di come e dove il problema della prescrizione di farmaci colpisse più duramente. “Ora”, dice, ” sappiamo dove si trova, sappiamo quanto sta succedendo.”I medici sono in grado di cercare le storie di prescrizione permette alla comunità sanitaria di “individuare i punti caldi.”

Per tutto il bene che ha fatto, il sistema del Kentucky è ancora un work in progress, ma molti nella comunità medica e sanitaria dello stato sono ottimisti sulla differenza che può fare in futuro. David Hopkins, il direttore del programma di monitoraggio dei farmaci da prescrizione in Kentucky, ha detto a SAMHSA che il database ha allertato i medici sull’importanza di “una maggiore revisione delle sostanze potenzialmente avvincenti che i loro pazienti stanno ricevendo” e per alcuni casi, il database potrebbe convincere i medici a prescrivere meno sostanze controllate per cominciare.

Colpire di nuovo al Doctor Shopping

Il successo del Kentucky con il taglio del doctor shopping e il pedaggio che assume sulla società è un esempio dei risultati di uno studio condotto dal Addictive Behaviors journal, che ha scoperto che gli stati che implementano tali programmi possono tagliare le tattiche diversive di ben l ‘ 80%.29 Uno degli autori dello studio ha detto a Fox News che tali database “sono una componente promettente” di uno sforzo concertato per contrastare l’epidemia di oppioidi.30

Incoraggiante come se queste cifre siano, i medici avvertono che lo shopping medico è un sintomo della più grande crisi degli oppioidi che attraversa l’America. Dr. Stephen W. Patrick, un pediatra presso la Scuola di Medicina della Vanderbilt University, che tratta i neonati nati con sintomi di astinenza perché le loro madri hanno abusato di oppioidi durante la gravidanza, ha detto a Fox News che i database di monitoraggio delle prescrizioni da soli non ” ci aiuteranno a uscire dall’epidemia di oppioidi.”Tali misure ridurranno effettivamente il costo del comportamento coinvolgente e diversivo per la società, ma i problemi più grandi esistono ancora. Ricerche passate hanno scoperto che i database di monitoraggio delle prescrizioni possono prevenire 10 decessi correlati all’abuso di oppioidi ogni giorno, ma gli esperti di salute pubblica temono che questo possa semplicemente guidare i pazienti dipendenti verso altre fonti di droghe (o anche altre droghe come l’eroina). Tuttavia, lo studio sui comportamenti di dipendenza non ha trovato prove che l’efficacia dei database di monitoraggio dei farmaci abbia contribuito ad aumentare il consumo di eroina.


Tuttavia, anche l’autore principale dello studio ha espresso cautela sul fatto che “le persone potrebbero iniziare a sostituire”, a causa di come ridurre il tasso di shopping medico limiterebbe inevitabilmente quella che una volta era una robusta fornitura di farmaci da prescrizione. Ciò che deve accadere, ha detto il dottor Patrick alla Vanderbilt University, è che l’epidemia di oppioidi stessa venga portata sotto controllo. L’utilizzo di un database di farmaci per ridurre lo shopping medico e ridurre i costi per la società che la pratica comporta, è il primo passo di un viaggio molto lungo.

Citazioni
  1. ” Doctor Shopping.”(novembre-dicembre 2012.) Innovazioni nelle neuroscienze cliniche. Accesso al 21 febbraio 2017.
  2. “Le percezioni dei medici di Doctor Shopping in West Virginia.” (2010). West Virginia Medical Journal. Accesso al 21 febbraio 2017.
  3. “Modelli di abuso tra i decessi per overdose farmaceutica involontaria.”(dicembre 2008). JAMA. Accesso al 21 febbraio 2017.
  4. ” La salute mentale dei medici-acquirenti: esperienza da un ambiente di assistenza primaria a pagamento per servizio guidato dal paziente.”(giugno 2011). Rivista di disturbi affettivi. Accesso al 21 febbraio 2017.
  5. “Togliere il medico dal “Physician Shopping”: una serie di casi di problemi clinici associati agli acquisti di farmaci su Internet.”(agosto 2004). Mayo Clinic Proceedings. Accesso al 21 febbraio 2017.
  6. “Dottore dello shopping.”(giugno 1995). Medico di famiglia australiano. Accesso al 21 febbraio 2017.
  7. “Prescrizione Shopping di farmaci che creano dipendenza in Norvegia.”(marzo 2009). Rivista dell’Associazione Medica norvegese. Accesso al 21 febbraio 2017.
  8. “Profiling Multiple Provider Prescrizione di oppioidi, benzodiazepine, stimolanti, e anoressizzanti.”(novembre 2010). Dipendenza da droghe e alcol. Accesso al 21 febbraio 2017.
  9. “Stima della prevalenza della diversione degli oppioidi da parte di “Doctor Shoppers” negli Stati Uniti.”(Luglio 2013). PLOS Uno. Accesso al 22 febbraio 2017.
  10. “Il Doctor Shopping è illegale?”(dicembre 2016). FindLaw. Accesso al 21 febbraio 2017.
  11. “Leggi Medico Shopping.”(settembre 2012). Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. Accesso al 21 febbraio 2017.
  12. “Dentista Mayfield arrestato con l’accusa di droga crimine.”(Febbraio 2017). Stella del Kentucky occidentale. Accesso al 24 febbraio 2016.
  13. “Il governatore firma il disegno di legge che mira al” Doctor-shopping ” per gli oppioidi.”(settembre 2016). FindLaw. Accesso al 21 febbraio 2017.
  14. “Gli stati richiedono ai prescrittori di oppioidi di verificare la presenza di “Doctor Shopping”.”(Maggio 2016). Pew Charitable Trust. Accesso al 21 febbraio 2017.
  15. “The Ecology of Prescription Opioid Abuse in the USA: Geographic Variation in Patients ‘Use of Multiple Prescribers (”Doctor Shopping”).”(agosto 2014). Farmacoepidemiologia e sicurezza dei farmaci. Accesso al 22 febbraio 2017.
  16. ” Come i tossicodipendenti da prescrizione stanno imbrogliando il sistema acquistando attraverso i confini di Stato.”(dicembre 2014). Washington Post. Accesso al 22 febbraio 2017.
  17. “Abuso di farmaci da prescrizione: sintesi di un documento di posizione politica dell’American College of Physicians.”(Febbraio 2014). Annali di Medicina Interna. Accesso al 22 febbraio 2017.
  18. ” Cosa possono fare i medici per fermare l’epidemia di overdose da oppioidi.”(Luglio 2015). AMA Filo. Accesso al 22 febbraio 2017.
  19. “Il database” Doctor Shopping ” riguarda i sostenitori della privacy.”(febbraio 2012). CBS-DFW. Accesso al 22 febbraio 2017.
  20. “Missouri Drug Monitoring Programma bancarelle al Senato, ancora una volta.”(Maggio 2016.) Stella di Kansas City. Accesso al 22 febbraio 2017.
  21. ” La seconda contea del Missouri si unisce alla lotta contro l’abuso di oppioidi.”(Gennaio 2017). CBS St. Louis. Accesso al 22 febbraio 2017.
  22. “2015 Revisione annuale dei programmi di monitoraggio prescrizione.”(settembre 2015). Alleanza nazionale per le leggi sulla droga dello Stato modello. Accesso al 22 febbraio 2017.
  23. “Kentucky House Bill 1 Valutazione d’impatto.”(marzo 2015). Institute for Pharmaceutical Outcomes and Policy. Accesso al 22 febbraio 2017.
  24. “Opana porta minaccia mortale.”(Luglio 2015). BG Notizie quotidiane. Accesso al 22 febbraio 2017.
  25. “Programmi di monitoraggio dei farmaci da prescrizione: elementi critici di una legislazione statale efficace.”(marzo 2016). Infrangibile. Accesso al 22 febbraio 2017.
  26. ” La maggior parte dei medici di assistenza primaria sono a conoscenza di programmi di monitoraggio dei farmaci da prescrizione, ma molti trovano i dati di difficile accesso.”(marzo 2015). Affari sanitari. Accesso al 23 febbraio 2017.
  27. “Kentucky si unisce al programma per condividere i dati di erogazione dei farmaci con altri Stati.”(marzo 2012). Kentucky.gov. Accesso 23 febbraio 2017.
  28. “Kentucky soddisfa il Gold standard per i programmi di monitoraggio dei farmaci da prescrizione.”(aprile 2013). Abuso di sostanze e amministrazione dei servizi di salute mentale. Accesso al 23 febbraio 2017.
  29. “Programmi di monitoraggio dei farmaci da prescrizione, uso non medico di farmaci da prescrizione e uso di eroina: prove dal National Survey of Drug Use and Health.”(Gennaio 2017). Comportamenti di dipendenza. Accesso al 23 febbraio 2017.
  30. “Prescrizione-drug Monitoring Tagli medico Shopping per antidolorifici.”(Febbraio 2017). Fox Notizie. Accesso al 23 febbraio 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.