Hai mai acceso un interruttore su qualcosa di elettrico – luci, aspirapolvere, tecnologia o un apparecchio – solo per spegnerlo improvvisamente? Ciò significa che c’è un sovraccarico del circuito elettrico e l’interruttore della tua casa è entrato in azione. Mentre è bene sapere che gli interruttori automatici funzionano correttamente per prevenire gli incendi domestici, è probabilmente una buona idea assicurarsi che il circuito non sia sovraccarico in primo luogo.

Che cos’è un circuito?

E ‘ composto da cablaggio, un interruttore o fusibile, e i dispositivi elettrici che si desidera utilizzare (come un asciugacapelli, illuminazione, o un vuoto). Ogni dispositivo utilizza una certa quantità di elettricità quando è in funzione, aggiungendo al carico totale sul circuito, ma quando si tenta di utilizzare più elettricità di quella per cui è fatto il circuito, si ottiene un sovraccarico del circuito. Ciò fa scattare l’interruttore, che spegne l’alimentazione a quel circuito. Questo è un modo eccellente per prevenire gli incendi domestici. Se non ci fosse un interruttore, il sovraccarico causerebbe il surriscaldamento del cablaggio e forse anche la fusione, che potrebbe innescare un incendio. Ma non dovrebbe essere un evento regolare.

I sistemi elettrici delle case sono fatti per un uso medio, ma chiunque può sovraccaricare un circuito. È una buona idea conoscere le basi sui circuiti della tua casa per evitare che si verifichino sovraccarichi.

Quali sono i segni di sovraccarico?

Il più ovvio è quando un interruttore scatta e l’alimentazione si spegne quando si sta tentando di usarlo, ma ci sono altri segni più sottili. Questi includono:

  • Luci dimmerabili.
  • Ronzio prese o interruttori.
  • Prese calde o interruttore copre.
  • Odori brucianti da o segni sui coperchi/interruttori di uscita. (Questo può anche essere un segno di altri gravi problemi di cablaggio!)
  • Gli utensili elettrici, gli elettrodomestici o l’elettronica non sono potenti come una volta.

È una buona idea imparare quali circuiti alimentano quali dispositivi o aree della tua casa. In questo modo è possibile determinare la velocità di carico più sicura che ogni circuito può gestire. Ad esempio, se le luci della cucina sfarfallio quando si accende il tostapane, questo è un buon segno che questi sono sullo stesso circuito e probabilmente sei vicino a maxing il carico di potenza su di esso.

Come mappare i circuiti della tua casa

  1. Apri la scatola dell’interruttore della tua casa e spegni uno degli interruttori con il numero 15 o 20 sull’interruttore. (Non preoccuparti degli interruttori con numeri superiori a questi; quelli sono per apparecchi più potenti come il tuo forno, quindi non collegherai le cose a quel circuito.) Annota dove si trova il circuito sul pannello in modo da poterlo notare in un secondo momento.
  2. Camminare attraverso la vostra casa, lanciando le luci, ventilatori a soffitto, e altri apparecchi plug-in. Annota quali dispositivi non hanno energia e in quale stanza si trovano. Prova ogni presa con un tester di tensione o presa (se non ne hai uno, collega una lampada) e annota quali non funzionano (e ancora, in quale stanza si trovano).
  3. Tornare alla scatola dell’interruttore e accendere il primo interruttore. Quindi spegni il prossimo nella riga. Ripetere il processo di test su tutti i circuiti 15 e 20.
  4. Calcola quanta energia viene utilizzata da ciascun dispositivo. L’elettricità è misurata in watt; ad esempio, una lampadina da 100 watt utilizza 100 watt di elettricità. Moltiplicare la tensione (volt) e amperaggio (ampere) e si ottiene la potenza (1 volt x 1 amp = 1 watt). Aggiungere il wattaggio di tutti i dispositivi su ogni circuito. Le lampadine e molti piccoli elettrodomestici hanno etichette che elencano il loro wattaggio, quindi elenca questi numeri. La tensione della maggior parte dei circuiti standard è 120, quindi se un dispositivo elenca solo i suoi amplificatori, moltiplica quel numero per 120 per trovare la potenza.
  5. Confrontare la potenza totale di ogni circuito per la valutazione del carico di quel circuito. I circuiti con 15 interruttori sono classificati per 15 ampere e il carico massimo è di 1.800 watt (120 volt x 15 ampere = 1.800 watt). Le velocità di carico dei 20 interruttori sono per 20 ampere, quindi il loro carico massimo è 2400 (120 volt x 20 ampere = 2.400 watt). Se usi più dei watt massimi su uno di questi circuiti, si sovraccaricherà, l’interruttore scatterà e l’alimentazione si spegnerà. (Ricorda però: raggiungere il massimo carico nominale non è l’obiettivo. Una regola generale è quella di non superare l ‘ 80% del massimo. Per un circuito da 15 amp, cerca di non superare i 1440 watt su un circuito da 15 amp o oltre i 1920 per un 20 amp.)

Se trovi che stai superando i tassi di carico massimi per uno qualsiasi dei tuoi circuiti, ci sono alcune cose che puoi fare per risolvere il problema. Queste opzioni includono:

Spostamento di apparecchi plug-in su un circuito meno utilizzato.

Non accendere troppe cose contemporaneamente su un determinato circuito (come spegnere la TV mentre si esegue l’aspirapolvere).

Sostituire le lampadine ad incandescenza o alogene con lampadine a LED o CFL (fluorescenti).

Installa nuovi circuiti se necessario per il tuo stile di vita (ad esempio, se usi molti utensili elettrici nel tuo garage e si trova su un circuito da 15 amp, potresti voler aggiornarlo a 20 amp).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.